30'


lunedì 2 aprile 2012

C'è BP... e BP!!!



E' stato un week end interminabile e denso di impegni quello che si sta concludendo, mai avrei pensato di raccogliere qualche soddisfazione dalla gara di Gazzaniga e per questo motivo ho trascorso un sabato spensierato e noncurante dell'impegno sportivo di oggi...
Dopo la pizza gigantesca di venerdi sera ho dormito poco e mi sono alzato di buon ora per la sgambatina pre-gara... Colazione, caricato l'auto con le bici e via verso la splendida Montisola (Lago d'Iseo, BS). Raggiunta l'isola con il traghetto sono partito con la mia allegra famigliola per fare il giro dell'isola... 10 banalissimi km, sulla carta ma... percorrerli in bici con il mio ometto nel seggiolino vi assicuro sia stato discretamente impegnativo... Il percorso è molto suggestivo, l'isola è a 190mt s.l.m. ed è, come dice il nome un grande Monte che spunta dal Lago d'Iseo... Girarci attorno in bicicletta ha dunque richiesto un discreto impegno muscolare anche perchè l'"ometto" pesa ormai circa 20kg e quindi...

Sempre noncurante della gara di oggi ieri sera mi sono "pappato" una bella polenta con patate e coniglio dalla mamma... ho rinunciato a dolci e cibi "pericolosi" per l'intestino ma ho pur sempre mangiato molto... Finisco la giornata distrutto intorno alle 22,30 e dormo discretamente fino alle 6,30 di questa mattina...
Sveglia!!! testa pesante, gambe rilassate e poca voglia di correre... Colazione pre-gara standard (the e fette biscottate integrali...)... alle 7,30 Fabri arriva puntuale ... 

A Gazzaniga, media Val Seriana e sede della partenza della gara, l'aria è frizzante... siamo a 400 metri ma la giornata ventosa di ieri ha abbassato la temperatura... ci sono 12°. 
Si parte alle 9, il centro del paese è piccolo e la partenza in salita conferma l'annunciato percorso ondulato... Fabri mi ha suggerito di non guardare il Gps e di seguire lui... così farò, dando solo qualche occhiata ai ritmi per confermare le sensazioni...
Fino al km 5 è un continuo susseguirsi di salitelle e discese, le prime si percorrono a velocità sostenuta mentre le discese si gestiscono per recuperare un pochino... 
Ora si cambia direzione scendendo nuovamente verso Gazzaniga e Cene... Il percorso prosegue in lieve discesa... Sono strade a me note perchè bazzicate in bicicletta ed in auto ma correrci è diverso, ora si sente ogni variazione di pendenza e fino al km 8 corro fluido e leggero dando uno sguardo al gps a conferma del fatto che il ritmo sia sostenuto... batto un 3,56... qualche km vicinissimo a 4... e sto benino... A Cene si cambia nuovamente direzione risalendo verso Gazzaniga, ora la strada sale lievemente ma costantemente, il ritmo è buono, batto il km 9 a 4,04... il cavalcavia di Gazzaniga si sente parecchio, troppo... recupero in discesa ma subito si svolta verso la fine del primo dei due giri, la strada sale lievemente ma costantemente, le gambe iniziano ad accusare il colpo... il ritmo cala, inevitabilmente! Inizia ora la parte meno bella - per me - della gara, ripercorrere le salite che mi sono mangiato al primo giro è tutt'altra storia, i ritmi sono calati di 10" al km ora e le gambe sentono moltissimo ogni asperità... Mi metto in testa che non sia un percorso su cui fare il tempo e corro un po' a sensazioni sempre scrutando Fabri che è davanti a me di 20 metri... Prendo l'integratore al km 14... inizia il rettilineo in discesa, mi attacco ad un gruppeto di atleti con cui resto fino a Cene, il ritmo riprende ancora ad avvicinarsi ai 4'/km, la fatica si sente ma sono sereno, guardo l'orologio... siamo al 19° e mi convinco nuovamente che non ci sia trippa per gatti... niente Personale ma solo una bella gara di poco sotto i 90'... Il cavalcavia pare una skyrace... raggiunta la cima mi catapulto verso il cartello del ventesimo km... sono proprio sereno e divertito, spingo costantemente e leggero senza pensieri... il lungo rettilineo in salita sfila via meglio del primo giro, vedo in lontananza la piccola rotatoria dove è posta la curva a 50 metri dal traguardo, sento lo speaker, guardo il crono che segna 1h27 e improvvisamente ci credo, aumento più che posso, non posso chiudere di pochi secondi sopra il Personale, non esiste... Ce la metto tutta, ma proprio tutta, raggiungo la curva, giro stretto e scatto con tutto ciò che ho dentro... vedo il Keniano che è li ad aspettare il mio arrivo... l'orologio generale segna qualche secondo sopra l'1h28... il mio Garmin, fermo immobile segna 1h27'54"... Nuovo BP!

Giovanni Gualdi - vincitore
Campione Italiano
Maratona 2012
Ho avuto conferma che un PERSONALE possa dare poca o molta soddisfazione anche in funzione di come lo si raggiunge... A Milano ho corso male e quell'1h28'00" mi ha deluso più per come l'ho raggiunto che per il tempo in se... Oggi invece ho corso bene, ho sofferto e mi sono ripreso... il km 17  a 3,59 dimostra il buono stato di forma che attraverso e dimostra che oggi ho avuto più testa che domenica scorsa... Un percorso nervoso e poco generoso come quello odierno da poi maggior risalto alla mia prestazione e di questo sono estremamente entusiasta...
Eliana Patelli - forte Atleta 
Bergamasca di Cene 
vincitrice della 1^ Mezza sul Serio
Foto

Il coach mi ha tirato le orecchie simpaticamente... un messaggio "dei suoi" con poche parole che, saggiamente, mi riprendono per la brutta gara di Milano... occasione sprecata!

Fra le belle notizie della giornata due in particolare:
1 - la generosità di Fabri che dedica un'intera gara a me per aiutarmi nell'intento di migliorarmi!!!
2 - il ritorno alla corsa del Top che finalmente  all'Idroscalo ha buone sensazioni e sembra riuscire a correre senza problemi!!!

Sono sfinito... meglio dormire ora!!! 
per i più fanatici lascio traccia della mia gara con i passaggi ed il link al tracciato del Garmin...
Notte mondo!!! 

Tempo intermedio
Ora
Distanza
Passo medio
Riepilogo1:27:53.221.244:08
14:04.71.004:05
24:00.01.004:00
34:13.01.004:13
43:49.51.003:50
54:04.51.004:04
63:56.01.003:56
74:01.51.004:01
84:02.01.004:02
94:04.51.004:04
104:18.31.004:18
114:25.01.004:25
124:19.81.004:20
134:14.31.004:14
144:21.31.004:21
154:08.31.004:08
164:09.51.004:10
173:59.51.004:00
184:02.01.004:02
194:11.31.004:11
204:19.81.004:20
214:15.51.004:15
22:53.20.243:40

7 commenti:

  1. Fabrizio Martini2 aprile 2012 08:05

    Bel racconto Claudio. Complimenti per la bella gara. Ciao

    RispondiElimina
  2. e il garmin segna 21e24...la sensazione del Ghisa attinente ad un percorso piu corto è sbagliata...

    RispondiElimina
  3. bravissimo Claudio. Lo dicevo che ti saresti tolto soddisfazioni.
    ps: montisola spettacolare, lo scorso anno ci portai mia moglie, a fare le salite sembrava la sorella di contador...ahhhhhhhh quante imprecazioni quel giorno. ahahahah

    RispondiElimina
  4. Te l'ho già detto ieri! Non devi ringraziarmi proprio di nulla! Sono io casomai che ti ringrazio perchè sapere di esserti stato un pochino utile per raggiungere il tuo bp mi ha dato una soddisfazione immensa! Quasi come se il bp fosse stato il mioi! Poi riuscire a mantenere un ritmo di gara così veloce su un percorso così impegnativo è stato un bel esperimento anche x me e mi ha aiutato a capire il mio stato di forma in prospettiva di Padova! ...e poi dopo Milano avevo voglia di sentirti ancora bello carico!!!...ti dedicherei 100 gare se sapessi di esserti sempre utile!! Bravo il mio Leuuu!
    Fabri

    RispondiElimina
  5. Bravissimo Claudio hai fatto il pb tranquillamente divertendoti , ti toglierai tante altre soddisfazioni.BRAVOOOOOOOOOOOOOOO

    RispondiElimina
  6. grazie a tutti ragazzi... scusate se non ho risposto prima ma sono stato in Abruzzo per lavoro e solo ora trovo qualche attimo di tranquillità per ringraziarvi... A 3 giorni dalla gara realizzo di aver davvero corso una buona corsa e le gambe non solo stanno bene ma hanno una gran voglia di andare avanti in questo cammino impegnativo ma gratificante!!! a presto... di corsa naturalmente!

    RispondiElimina
  7. complimenti (comunque il tempo di milano non sembra tanto male)

    RispondiElimina